Home 9 Blog 9 Sound 9 Piante, musica e vita

Piante, musica e vita

Sound

Piante, giardini, musica e vita      

Le piante sono in grado di sentire la musica? Hanno percezioni sensoriali?

Secondo quanto pubblicato dal Global Times, i contadini di un villaggio nella provincia di Fujian, in Cina, hanno dichiarato che la musica buddista suonata nei campi aiuta le piante ad aumentare la produzione di riso. Lo stesso aumento è stato riscontrato nei dintorni di Liáng Shān, dove la produzione di riso è aumentata del 15% dopo che sono stati installati 500 diffusori a forma di loto per inondare le risaie di mantra rilassanti.

Non c’è un vero consenso scientifico sull’effetto della musica sulla crescita e il benessere delle piante, ma i ricercatori della China Agricultural University di Pechino che hanno sostenuto l’esperimento, affermano che alcune onde sonore (come quelle presenti nei canti ritmici come i mantra) possono stimolare i pori sulle foglie ad assorbire più luce solare.

Il libro Work Songs Duke (University Press) riporta che alcuni suoni, come ad esempio quelli del flauto e del violino, o alcune musiche, in particolare la classica, fanno crescere più alte e più velocemente alcune piante, riuscendo anche ad anticipare il tempo della fioritura.
Il potere del suono musicale agisce e si manifesta come una forza primordiale, un’energia vibratoria che agisce sulla materia. Le piante, proprio per il fatto che non si muovono, hanno un legame molto forte e interdipendente con l’ambiente.

Recentemente alcune realtà italiane e francesi hanno realizzato impianti musicali soprattutto nelle coltivazioni della vite. Si è visto, infatti, che migliora la qualità, la crescita e la salute dell’uva.
Un viticoltore della Val D’Orcia, Giancarlo Cignozzi, produce il suo Brunello di Montalcino diffondendo nel vigneto le note di Mozart. Ha scritto il libro autobiografico dal titolo “L’uomo che sussurra alle vigne” in cui parla della sua scelta di abbandonare la carriera di avvocato per dedicarsi alla viticoltura e alle biosonorità.

Il potere benefico delle musica sulle piante non influisce soltanto sullo sviluppo e sulla produzione, ma genera un effetto positivo nel controllo dei parassiti grazie a vibrazioni sonore che sono sgradite ad alcuni parassiti. In questo modo si può evitare, o ridurre, l’uso di insetticidi.
Si è visto che le musiche migliori, in cicli ripetuti di ascolto per ottenere dei risultati visibili, sono quelle di Mozart, Haendel e Bach.
Chi vive in città può sperimentare gli effetti della musica classica preferita sulle piante che si hanno sul balcone o in casa e intanto beneficiare dell’ascolto di una musica rilassante!

E VOIS TECH? Abbiamo apparecchi che possono essere comodamente interrati e collegati al vostro stereo o cellulare o IPad in modo da poter trasformare il vostro giardino in un paradiso musicale senza precedenti! Apparecchi progettati e costruiti apposta per non temere la pioggia diretta o la neve.

Provate a immaginare di camminare scalzi sull’erba, sdraiarvi a prendere il sole mentre ascoltate la vostra musica preferita. Senza vedere le casse, immersi in un suono omnidirezionale… non farà bene solo alle vostre piante ma anche a voi.
Fantasia? Magia? No, realtà.

Per un incontro conoscitivo, chiama il 0041 79 1790505 oppure compila la form.