Home 9 Blog 9 Sound 9 Benefici della musica omnidirezionale

Benefici della musica omnidirezionale

Sound

I benefici della musica e la musica omnidirezionale

“Dove c’è musica non può esserci nulla di cattivo”.
” Non importa se sei un grande appassionato o se ti basta un semplice sottofondo musicale alle tue attività quotidiane, sappi soltanto che ci sono tanti modi in cui la musica può influire sul tuo benessere”.    (Miguel de Cervantes)

La musica è sempre stata una forma di espressione della creatività umana ed è stata ampiamente studiata dalla scienza per indagarne i possibili effetti sull’uomo. Si è visto che i suoi benefici hanno diversi punti in comune con la medicina e queste relazioni sono oggetto di approfondimento nel campo della scienza neurologica.
Nello studio The Neuroscience of Music, pubblicato dal Dipartimento di Psicologia della McGill University di Montreal in Canada, i ricercatori hanno riscontrato le prime prove scientifiche a sostegno delle affermazioni secondo cui la musica influenza la salute attraverso cambiamenti neurochimici in quattro ambiti: ricompensa, stimolo e soddisfazione; stress ed eccitazione; immunità; affiliazione sociale.

In aggiunta troviamo che diminuisce lo stress sia in soggetti sani che malati.
“I potenziali effetti terapeutici dell’ascolto musicale, e quindi altri benefici della musica, sono stati in gran parte attribuiti alla sua capacità di ridurre lo stress. L’ascolto di musica rilassante (comunemente pensata come musica strumentale, con un tempo tempo lento e l’uso di frequenze e toni bassi) ha dimostrato di ridurre lo stress e l’ansia in soggetti sani, in pazienti sottoposti a procedure mediche invasive (ad es. Chirurgia, colonscopia, cure dentistiche…), in pazienti in età pediatrica sottoposti a trattamenti medici e in pazienti con malattie cardiache.” (fonte The Neurochemistry of Music)

Questi benefici non sono solo a livello fisico ma anche mentale e spirituale.
Non dimentichiamoci che nelle antiche culture la musica era un mezzo di elevazione spirituale e di meditazione.
Questo sia in Oriente che in Occidente, basti pensare ai canti gregoriani.

È stato appurato che questi canti apportano, con l’ascolto,  una serie di benefici psicofisici: ad esempio regolano e rafforzano la respirazione, favoriscono lo sviluppo del sistema uditivo, fanno vibrare il corpo, calmano e tonificano il sistema nervoso.
Ormai è provato che l’ascolto della musica è benefico in molti modi. Fa bene all’umore, contrasta depressione e ansia. Fa bene al cervello e anche al cuore

Per un incontro conoscitivo, chiama il 0041 79 1790505 oppure compila la form.