Home 9 Blog 9 Aqua 9 AQUA e la meccanica quantistica

AQUA e la meccanica quantistica

Aqua

I dispositivi AQUA integrano una tecnologia denominata Quantum, sostenibile e non invasiva per il trattamento dell’acqua. Si chiama così perché applica principi di meccanica quantistica per trasmettere informazioni all’acqua, senza esserne a contatto.

Cos’è la “fisica” dell’acqua e perché è importante conoscerla?

La molecola d’acqua è composta da due atomi di Idrogeno (H2) e uno di Ossigeno (O). La formula nota è H2O. Gli atomi dell’Idrogeno sono elettropositivi e vengono attratti verso l’atomo di ossigeno che è più elettronegativo.

Gli atomi di Idrogeno e Ossigeno si dispongono a V, con l’atomo di Ossigeno al vertice e i due di Idrogeno sulle due punte.

L’acqua è nello stesso tempo un ricevitore e un emettitore di segnali elettromagnetici e quando viene agitata si impregna in modo singolare di sostanze in essa disciolte, utilizzando la logica del dipolo elettrico e dei clusters magnetici per immagazzinare informazioni biofisiche.

Proprio per le sue caratteristiche di “cristallo liquido dipolare” e la sua capacità di aggregazione in clusters, le molecole dell’acqua hanno la capacità di memorizzare le informazioni delle sostanze (o dei luoghi o dei campi elettromagnetici/radiazioni cosmiche) con le quali entrano in contatto condividendo le energie con cui entrano in risonanza.

La vibrazione degli atomi che costituiscono la molecola d’acqua è in grado di captare vibrazioni di altri elementi o fonti energetiche e memorizzarle.

La meccanica quantistica ha scoperto che le particelle subatomiche presentano una duplice natura sia come particelle che come onde dotate di un movimento rotatorio che crea un campo elettromagnetico.

Quando l’elettrone, che ruota nella sua orbita attorno al nucleo, riceve un fotone, aumenta di energia e salta su un’orbita maggiore. Viceversa quando lo perde salta su un’orbita inferiore.

Questo salto, definito salto quantico, costituisce una delle basi dell’energia della materia.

Tutta la materia (sia organica che inorganica) è un insieme di onde che vibrano e che cambiano continuamente.

Se l’onda di frequenza è simile a un’altra e in fase (i picchi risultano in sincronia) l’energia raddoppia, se invece i picchi sono opposti le onde si annullano.

L’informazione è costituita da frequenze di diversa origine e l’acqua ha la proprietà di assorbire e trasmettere queste frequenze.

Il materiale in sospensione nell’acqua può essere rimosso con diversi metodi di filtraggio, ma la struttura a cluster rimane viva e costituisce “la memoria dell’acqua”.

L’acqua che beviamo trasporta sostanze nutritive e penetra nelle nostre cellule, permettendo lo scambio e la costante ricostruzione del nostro organismo.

Tre sono gli elementi da tenere in considerazione per capire il funzionamento dei dispositivi AQUA: il dispositivo, il background elettromagnetico ambientale e l’acqua.

Alcuni materiali hanno la capacità di alloggiare (fare propri) modi di oscillazione coerenti su certi gradi di libertà. La tecnologia Quantum mette in fase i campi naturali presenti nel luogo d’installazione con i potenziali elettromagnetici dell’acqua.  Quando questi campi entrano in fase fra loro, le molecole d’acqua, ad essi sensibili, uniformano la loro oscillazione minimizzando l’energia intrinseca al loro stato.

Secondo alcune leggi della fisica quantistica le molecole dell’acqua, per interagire tra di loro e con l’ambiente circostante, non hanno bisogno del contatto fisico ma devono essere nello stesso campo elettromagnetico.

Quando le molecole dell’acqua e il campo elettromagnetico hanno la stessa frequenza e fase, il sistema raggiunge lo stato di minima energia e diventa “coerente”, dissipando entropia all’esterno.

Le zone dove le molecole dell’acqua oscillano in modo coerente si chiamano domini di coerenza e permettono all’acqua di assumere configurazioni (stati) che sono funzione delle interazioni con l’ambiente permettendo, in un certo senso, di fungere da “memoria termodinamica”.

Il dispositivo fa in modo che l’acqua raggiunga questo stato, modulando la fase dei campi elettromagnetici ambientali entro il raggio d’azione in cui il liquido e tali campi interagiscono.

In pratica trasferisce informazioni all’acqua pur non essendo in contatto con essa e la riorganizza sotto un profilo oscillatorio. La cosa si traduce in proprietà chimico-fisiche nuove, come la trasformazione dei sali prodotti dalle precipitazioni degli ioni soluti nel liquido o l’aumento di potere solvente nei confronti del biofilm adeso alle superfici contenenti l’acqua degli impianti e altro ancora.

Concludendo il dispositivo crea un ambiente in cui i campi ambientali sono ri-fasati in modo da riconfigurare la frazione coerente dell’acqua liquida così che le proprietà chimico-fisiche conseguenti siano di utilità per la resa degli impianti e dei metodi di disinfestazione microbiologica, oltre che per una migliore biodisponibilità dell’acqua da parte di piante, animali ed esseri umani.

Il risultato più evidente dopo l’installazione del dispositivo, in merito al problema delle incrostazioni di calcare, è la trasformazione della calcite in aragonite e, conseguentemente, la riduzione delle ostruzioni tubiere e il recupero delle rese termiche degli scambiatori. Oltre alla rimozione di una moltitudine di micrositi in cui le cariche batteriche trovano rifugio sicuro.

AQUA è un dispositivo in grado di sostituire apparecchi diversi: l’addolcitore, lo ionizzatore e il debatterizzatore.

Per un incontro conoscitivo, chiama il 0041 79 1790505 oppure compila la form.